4
lug

Ripresa economica in Italia: qualcosa si muove…

Parlando di ripresa economica definirsi ottimisti è forse pretenzioso, ma ci sono alcuni segnali che fanno ben sperare. Vediamo quali sono.

Nuovi finanziamenti alle imprese – Da tre mesi consecutivi le nuove operazioni di finanziamento sono in crescita e il bilancio del primo quadrimestre indica 19 miliardi di euro in più chiesti alle banche e ottenuti dalle imprese.

Mutui delle famiglie – Nel 2014 i mutui concessi alle famiglie sono cresciuti del 13,4%, ad aprile 2015 è stato registrato un +72%. E le compravendite di case, nel primo trimestre, hanno fatto segnare un +0,8%.

Investimenti – Secondo i dati Istat, nei primi tre mesi dell’anno c’è stata una ripresa degli investimenti. Si tratta di rilevazioni confermate da Bankitalia in alcune regioni chiave.

Tassi di interesse – I tassi di interesse hanno subito un calo favorendo la ripresa degli investimenti. Sullo stock di debiti delle imprese un anno fa gravava un tasso di interesse medio del 3,79%, oggi è sceso a quota 3,31.

Export – Al momento, su questo fronte, il bilancio del 2015 è ampiamente positivo.

Importazioni – Sul fronte delle importazioni, tra gennaio e aprile sono stati registrati quasi 5 miliardi in più rispetto al 2014, con crescite diffuse a tutti i comparti. Ciò si traduce in più consumi e più investimenti.

Petrolio low-cost – La caduta del prezzo del greggio, mentre l’euro si avvicinava alla parità rispetto al dollaro, ha creato uno scenario ideale per imprese e consumatori, liberando risorse per investimenti e consumi e migliorando i margini aziendali.

Occupazione – Ad aprile è stato registrato un lieve miglioramento dell’occupazione, un risultato determinato probabilmente anche dagli sgravi sui contributi e dalle maggiori flessibilità offerte dalle regole del Jobs Act.

Consumi di carburanti – La circolazione di mezzi pesanti e leggeri è in lieve aumento nel 2015 e come conseguenza tornano a crescere i consumi di carburanti. Nei primi cinque mesi del 2015 i consumi di benzina e gasolio salgono a 12,5 milioni di tonnellate, lo 0,4% in più.

Automobili – Per il quinto mese consecutivo le immatricolazioni in Italia crescono a doppia cifra, segnalando una ripresa decisa della domanda da parte delle famiglie.

Nessun commento.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento.